Viaggi

Macao è un ex colonia portoghese, che è collocata a 65 chilometri ad ovest da Hong Kong.

La Regione ha un’amministrazione speciale (RAS) – la Cina ha ripreso il dominio nel 1999 – ed è una penisola collegata con la terraferma e vicino vi sono due isole. Vanta molte architetture coloniali di notevole interesse, oltre ad aree immense che ne fanno un rinomato centro del gioco d’azzardo.

La città del casinò ha svolto un ruolo molto importante all’inizio The Man with the Golden Gun (purtroppo, il relitto della Regina Elisabetta al porto di Hong Kong , è stato un segreto della marina britannica descritto anche in un film, ed è stato demolito anni fa; Una parte di essa è ora una discarica dell’ HKIA). In tempi recenti, tuttavia, Macao è diventata una località a livello internazionale poichè nel suo territorio, è stato aperto il Veneziano, inaugurato nel mese di Agosto. Dal momento che ero in zona, ho pensato di visitare l’area dove ho la possibilità d’incontrare la Dea Bendata.

Il molo dei traghetti si trova ad est dal centro del porto. I traghetti veloci riescono a raggiungere Macao ogni trenta minuti. Voglio spendere solo un paio d’ore per riuscire in seguito a ritornare a Hong Kong ed avere la possibilità di visitarla. Ho cercato di prendere il traghetto delle 6 come mi era stato detto, ma il primo disponibile è stato alle 6,30.

I traghetti normali ci mettono un’ora di tempo per riuscire a coprire 40 o più miglia, così che arriverei a Macao alle 7,30, ed io volevo tornare a Hong Kong alle 10,00. Mentre stavo riflettendo sul mio programma di viaggio, ho notato che c’era la possibilità di viaggiare con un Heli Expresse.

L’elicottero ci impiega 16 minuti per coprire la distanza, ed inoltre mi avrebbe fatto scendere vicino al porto di Macao dove ci sono i traghetti. Non ero mai stato su un elicottero, così ho deciso di provare. Come si dice, il tempo è denaro. Comprato il biglietto, l’elicottero parte alle 6,30 e mi appresto ad andare alla sala delle partenze. Chi mi accompagna in questo viaggio sono un mix di occidentali ed asiatici, turisti ed abitanti locali. Nessuno si distingue in modo particolare, anche se sembravano la maggior parte dei professionisti del gioco, quando ci hanno chiamati per la partenza. Dieci di noi si sono imbarcati sull’elicottero, e siamo andati incontro alle tenebre.

Appena siamo saliti, abbiamo visto la splendida vista sulla Star Ferry, già intravista la notte precedente, ma questa volta la si guardava da una diversa angolatura. Rapidamente, tuttavia, ci siamo trasferiti in mezzo alla pace delle tenebre, e circa 15 minuti dopo abbiamo intravisto le luci di Macao che ci hanno portato a destinazione.

casino1r3008_468×324.jpgMacao appare come la striscia di Vegas, ma il tutto ristretto in un ‘isola. Come abbiamo descritto precedentemente,si possono notare molti differenti casinò, alcuni persino sull’acqua. Ci sono un mix di nomi familiari (es : Sands) e molti di essi sono incentrati su temi storici del paese. La maggior parte dei casinò sono sulla penisola, ma quelli nuovi, come il Veneziano, si trovano sull’ Isola di Taipei ( in realtà, ci sono tre diversi ponti che collegano la penisola con l’isola).

Dopo aver aver superato la dogana, siamo saliti sulla navetta gratuita(immagino!) e per dieci minuti ho osservato il Veneziano. È incredibile. Sono stato al Veneziano di Las Vegas, così come molti altri casinò, ma io non ricordo nulla che superi questa maestosità. Neppure il Bellagio.

La struttura è immensa. La navetta si sposta su un lato dell’ hotel, e la passeggiata per il casinò attraversa uno dei tanti negozi dove vanno i signori altolocati. Questo è lo shopping di lusso -
Il Casinò è grandioso. Ha uno spazio aperto molto grande che avrà dai tre ai 4 anni di storia, ed un pavimento che è realizzato in puro stile rinascimentale italiano.. Si potrebbe trascorrere un’intera serata a parlare di tutte le caratteristiche di questo casinò. Ma, non ho tutta la sera, così che mi dirigo ad avere una possibilità ai tavoli di gioco.

Preferisco il Blackjack ed il Craps, anche se il gioco preferito di Macao è il baccarat. Non so molto per riuscire a giocare con questo passatempo di successo, così ho girovagato un pò fino a quando non mi sono ritrovato vicino ad un tavolo da blackjack (Il Veneziano non dispone di un tavolo di Craps).

027venetian_468×295.jpg

Ero piuttosto nervoso quando mi sono seduto ad un tavolo, ed ho capito immediatamente che i miei compagni asiatici non sapevano come si giocava. Conoscevano le regole, ma non conoscevano le puntate, per cui sono sempre rimasti su mani da 12 o poco di più, anche quando al crupier mostravano un 7 o una somma più alta. Infatti generalmente si cerca di sbancare il banco, e questa notte non era certo diversa dalle altre. Io, comunque, seppure sapevo le regole, ho giocato solo per dieci minuti.

Dopo un buon lasso di tempo, ho deciso di vedere un po ‘più della costruzione del Wynn, che è molto più vicino all’attracco dei traghetti (purtroppo non avevo abbastanza soldi per fare il viaggio di ritorno verso Hong Kong con l’elicottero; sapendo questo, avevo già acquistato il biglietto del traghetto per ritornare ). Decido di prendere nuovamente una navetta, questa volta mi dirigo ad est del Veneziano, per visitare il lungomare a lato del casinò. Così giungo al Wynn, dove spero che la mia striscia vincente continui.

Il Wynn è bello, modellato secondo l’originale che è stato edificato a Las Vegas (anche se non ci sono mai stato, penso che in questo modo avrò un confronto neutrale). A confronto del veneziano, tuttavia, sembra inesistente. Il soffitto è basso, le stanze buie. C’era un solo tavolo per giocare a Craps, e c’erano inoltre dei personaggi che facevano la promozione di questo passatempo spiegando le regole del gioco. Avrei desiderato partecipare, ma il tavolo era stato addobbato solo per personaggi illustri ed alcuni curiosi, così mi sono diretto verso quello da blackjack.

Ho passato un pò più di tempo rispetto al Veneziano, visto che il mio periodo fortunato stava continuando. Dopo dieci minuti di gioco, mi sono incamminato a riscuotere i soldi ed inoltre ho cercato di prendere un drink prima di dirigermi verso il porto. Per la mia gioia, mi sono stati consegnati 1500 dollari cinesi che equivalgono a circa 200 dollari. Che è meglio dell’aver perso 200 dollari, ma che alla fine mi sono serviti per coprire degli acquisti che ho effettuato nel Veneziano. Sono riusciuto ad ammirare la fontana del Wynn, che ricorda molto quella del Bellagio intravista nel film Ocean’s eleven.

Il traghetto è stato piacevole – ho viaggiato nella classe superiore, che è molto tranquilla e offre gratuitamente cibo e bevande.Se volete andare non dovrete per forza aspettare la primavera quando avete imparato a guidare un elicottero, ed il mio viaggio di un’ora è stato solo un lasso di tempo per riassumere le mie esperienze nei casinò ed arrivare pronto ad esplorare per l’ultima notte la città di Hong Kong.